Višegrad. L'odio, la morte, l'oblio

Višegrad. L'odio, la morte, l'oblio
Il nuovo libro di Luca Leone, nelle librerie e negli store online. Compralo su www.infinitoedizioni.it

giovedì 17 novembre 2011

Bosnia, l’Onu prolunga la missione di pace per altri 12 mesi


Il Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite ha approvato ieri a New York, all'unanimità, la risoluzione 2019 con la quale il Palazzo di Vetro ha rinnovato il suo sostegno al processo di pace in Bosnia Erzegovina e confermato l’appoggio alla missione “Altea” dell'Eufor, attiva dal 2004 nel Paese. La risoluzione 2019 autorizza, specificamente, gli Stati membri dell’Onu ad “agire in collaborazione con l'Unione europea per istituire una forza multinazionale di stabilizzazione, per un periodo di 12 mesi, a partire dalla data di adozione della risoluzione”, dunque fino al 16 novembre 2012.
Gli Stati membri del Consiglio di Sicurezza (di cui Sarajevo ha fatto parte fino a pochi mesi fa come membro non permanente, per la prima volta nella sua giovane e travagliata storia) hanno inoltre nella risoluzione manifestato la “volontà di considerare, se necessario, ulteriori autorizzazioni per incrementare il processo di pace in Bosnia Erzegovina”.
Un’ultima stoccata ai violenti nazionalisti di tutte le componenti il Palazzo di Vetro l’ha voluta dare scrivendo nella risoluzione che, sebbene la situazione in Bosnia è rimasta “calma e stabile per molti anni”, il Consiglio di Sicurezza, ciò nonostante, invita i capi politici del Paese ad “astenersi dalla retorica della divisione” se vogliono mantenere la pace e facilitare l'ingresso di Sarajevo nella Ue. Una risposta indiretta – in particolare ma non solo – alle violente campagne secessioniste del presidente della Republika Srpska di Bosnia (Rs), il miliardario Milorad Dodik, che solo pochi giorni fa aveva chiesto la soppressione dell’Ufficio dell’Alto Rappresentante della comunità internazionale in Bosnia, dopo aver promosso negli ultimi anni, ma poi prontamente ritirato, numerosi referendum atti a spaccare il Paese.
Per approfondimenti, consiglio, tra gli altri, la lettura dei seguenti libri:
Luca Leone, “Bosnia Express”, terza edizione, Infinito edizioni, 2011, € 12,00;
Luca Leone, “Srebrenica. I giorni della vergogna”, quarta edizione, Infinito edizioni, 2011, € 12,00;
Angelo Lallo, “Il sentiero dei tulipani”, Infinito edizioni, 2010, € 12,00;
Tullio Bulgari-Giacomo Scattolini, “Jugoschegge”, Infinito edizioni, 2011, € 13,00;
Enisa Bukvic, “Il nostro viaggio”, Infinito edizioni, 2009, € 12,00.