Višegrad. L'odio, la morte, l'oblio

Višegrad. L'odio, la morte, l'oblio
Il nuovo libro di Luca Leone, nelle librerie e negli store online. Compralo su www.infinitoedizioni.it

mercoledì 19 ottobre 2011

Mladić, no del Tpi a due processi distinti, uno dei quali per Srebrenica

Il Tribunale internazionale per i crimini di guerra nella ex Jugoslavia (Tpi) ha respinto all’Aja l’ipotesi di celebrare due distinti processi contro l’ex generale Ratko Mladić, accusato di crimini di guerra, crimini contro l’umanità e genocidio in riferimento alla guerra in Bosnia Erzegovina del 1992-1995.
Secondo il Tpi, due processi separati – uno dedicato esclusivamente al genocidio di Srebrenica, l’altro a tutte le altre malefatte di Mladić – rischierebbero di rendere i procedimenti meno gestibili ed efficaci per l’accusa. Scelta, questa, opinabile e in effetti fortemente criticata dalle donne di Srebrenica, poiché almeno tre sentenze internazionali hanno già riconosciuto che nella città della Bosnia settentrionale l’11 luglio 1995 è stato perpetrato un genocidio dai militari e dai paramilitari agli ordini di Mladić, le cui responsabilità sono fin troppo evidenti. Quel che manca, in definitiva, è il link tra il genocidio e il responsabile, ovvero chi aveva il comando delle operazioni nella zona nel luglio 1995.
Lo scorso luglio anche l’ex Procuratore capo del Tpi, Carla Del Ponte, aveva proposto di separare il procedimento per il genocidio di Srebrenica dagli altri e di processare contemporaneamente per i fatti del luglio 1995 nella ex enclave bosniaca sia Mladić che l’ex presidente dell’autoproclamata Repubblica Serba di Bosnia, Radovan Karadžić. Il Tpi tuttavia ha deciso di percorrere una strada diversa, che inevitabilmente allunga i tempi dei dibattimenti e delle sentenze. Non va dimenticato che il Tpi scade alla fine del dicembre 2014 e che fino a oggi il Tribunale è stato incapace di arrivare a sentenza di primo grado persino nel processo intentato contro Karadžić, che si trova all’Aja ormai dall’estate 2008.

Di questo e molto altro parleremo nelle presentazioni di SALUTI DA SARAJEVO, BOSNIA EXPRESS e SREBRENICA. I GIORNI DELLA VERGOGNA, che ricominceranno – dopo una breve pausa – dalla fine di ottobre. Questo il calendario provvisorio:

Ottobre 2001:
- mercoledì 26 ottobre, ROMA, Casa della Memoria e della Storia, via di San Francesco di Sales 5, in occasione della presentazione del documentario di Vittoria Fiumi “All of a sudden it was dark”, dibattito con Mario Boccia, Enisa Bukvic, Vittoria Fiumi, ore 17,30;

Novembre 2011:
- domenica 20 novembre, GIULIANOVA, pranzo con l'autore parlando di ENZO. UNA STORIA VERA presso il ristorante La Barrique, ore 13.00;
- domenica 20 novembre, GIULIANOVA, Circolo Virtuoso Il nome della rosa, via Gramsci 46/a, ore ……….; modera Roberto Di Giovannantonio;
- lunedì 21 novembre, GROTTAMMARE (San Benedetto del Tronto), ore 21,30; organizza e modera Lucilio Santoni;
- martedì 22 novembre, Vignola (MO), presso il Circolo Ribalta-ex lavatoio, via Zenzano 1, ore 21,00; iniziativa è organizzata dal circolo Ribalta; modera Francesco Zarzana; nel corso della serata proietteremo il film corto di Ado Hasanovic, “L’angelo di Srebrenica”.
- mercoledì 23 novembre, MODENA, in collaborazione col circolo Manifesto di Modena e il gruppo di Modena di Emergency, data in definizione; modera Francesco Zarzana; nel corso della serata proietteremo il film corto di Ado Hasanovic, “L’angelo di Srebrenica”.

Febbraio 2012:
- giovedì 2 febbraio 2012, BOLOGNA, Liceo Linguistico e delle Scienze Umane “Laura Bassi”, Via S. Isaia 35 (www.laurabassi.it ), ore 16,30;

Altre date in preparazione.

Per proporre nuove presentazioni:
direzione.editoriale@infinitoedizioni.it
info@infinitoedizioni.it
lu.ne@libero.it
facebook: Luca Leone