Višegrad. L'odio, la morte, l'oblio

Višegrad. L'odio, la morte, l'oblio
Il nuovo libro di Luca Leone, nelle librerie e negli store online. Compralo su www.infinitoedizioni.it

mercoledì 4 novembre 2015

Srebrenica, svolta sui lavori alle terme Guber?

Fonti giornalistiche bosniache danno come certo che si sarebbe arrivati a un punto di svolta per la conclusione degli infiniti lavori di rifacimento delle storiche terme Guber di Srebrenica.
Radojica Ratkovac, l’uomo che alcuni anni fa ha acquistato i resti delle terme – gravemente danneggiate come il resto della città dai barbari devastatori di Ratko Mladić – assicura che entro la fine di maggio del 2016, o al massimo per l’inizio di giugno, saranno completati il bar e il ristorante. Entro luglio dovrebbe toccare all’albergo, che dovrebbe poter ospitare, a lavori finiti, fino a 200 persone. Il 2016 potrebbe dunque essere, 24 anni dopo, l’anno della riapertura delle terme, con relativa creazione di posti di lavoro e di qualche chance per la città, nonostante l’assoluta opposizione degli ultranazionalisti della Repubblica serba di Bosnia al potere a Banja Luka, che da sempre avversano questo progetto e qualsiasi altra iniziativa che possa portare al riscatto economico e civile di Srebrenica.
Una volta riaperte le terme, sarà anche risistemato il sentiero pedonale e la strada carrozzabile per arrivare fino alle terme. Inoltre dovrebbero essere rimossi e interrati i cavi dell’alta tensione, per preservare il colpo d’occhio paesaggistico.
Alla prima conferenza d’investimento e sviluppo di Srebrenica, che si svolgerà i prossimi 11 e 12 novembre, si parlerà anche delle terme Guber. Chissà quali saranno le posizioni di Belgrado e di Banja Luka in proposito…